Home / Codice Antigone / “Codice Antigone”, uno spazio per ripensare il diritto

“Codice Antigone”, uno spazio per ripensare il diritto

Il progetto “giustizia e investigazione” nasce con una precisa intenzione: cambiare in senso democratico e reale il mondo del diritto. Intenzione sicuramente impopolare in una nazione arcaica come l’Italia, non molto avvezza alla democrazia.

Il diritto è stato per secoli il luogo degli azzeccagarbugli, pseudo tecnici privi di etica che trovavano nell’ignoranza del popolo terreno fertile per le loro paludate retoriche prive di ogni contenuto, ma certamente di effetto nei confronti dell’utente medio. Esattamente come per la politica il diritto è stato per secoli usato per nascondere il nulla, anzi il tutto di quanto avveniva alle spalle dei cittadini.

Passati più di sessanta anni dalla nascita della democratica Repubblica italiana ci pare venuto il momento di fornire ai cittadini uno strumento chiaro, semplice che dia corretta informazione e opinioni e che possa essere utile a fare del diritto cosa esso veramente dovrebbe essere: uno strumento tecnico al servizio dei diritti e dei doveri dei cittadini.

Precisiamo: uno strumento tecnico, non cioè un sistema filosofico complesso ed inarrivabile e per questo difficile. Chiaro: uno strumento tecnico deve esse chiaro o spingersi il più possibile alla chiarezza. Al servizio dei diritti e dei doveri: non deve servire a ingannare e manipolare le persone ai propri fini, ma a dare loro un servizio, talora anche sgradito, dove le deve educare a cosa si può o non fare nella società.

In “giustizia e investigazione” un angolo sarà dedicato a “Codice Antigone”, il cui nome nasce dalla tragedia di Sofocle, vuole ridefinire il valore del diritto al femminile, cioè concreto, reale, utile alla vita quotidiana, rispondente a quelle che sono le sacre leggi della vita, prima che agli astrusi calcoli astratti. L’equità, il buon senso, l’etica devono inserirsi nella gestione quotidiana del diritto che i cittadini devono sentire amico e non lontano e ostile. Qui sta la funzione educativa di “Codice Antigone”.

Vogliamo scrivere articoli, diffondere cultura, organizzare eventi che parlino di realtà e aiutino la realtà ad evolversi verso una comunione fra le “legge degli uomini” e la “legge del cuore”.

Diventa, quindi, fondamentale accostare la visione femminile a quella maschile e discutere di quali sono i veri valori, quelli che vogliamo difendere realmente smettendo di mandare avanti la cosa pubblica in modo asfittico, egoistico, privo del senso di servizio.

Vogliamo contribuire alla crescita ed alla maturazione della nostra nazione, ci auguriamo di poter realmente fare qualcosa. Sarà il tempo a dircelo.
Jacqueline Magi

About Jacqueline Magi

Check Also

Il punto sull’immigrazione

Proviamo a fare un punto sul tema immigrazione, un punto relativo, ma che tenga conto …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi