Home / News / Consumatori e mercato digitale, un progetto per diventare cittadini attivi e sicuri

Consumatori e mercato digitale, un progetto per diventare cittadini attivi e sicuri

La globalizzazione ha prodotto un mondo dove, al giorno d’oggi, risulta difficile, se non impossibile, vivere senza quegli strumenti digitali attraverso i quali chiamiamo, inviamo mail, scambiamo messaggi, leggiamo o ascoltiamo le notizie. È un mondo completamente digitalizzato; un mondo in cui, se non possiedi almeno uno degli strumenti sopra citati, ti ritrovi “isolato”. Ciò non significa che non si possa vivere qualche giorno senza telefono o senza computer, ma bisogna riconoscere l’enorme importanza di questi strumenti che ci permettono di interagire allo stesso modo con la persona che si trova a pochi chilometri di distanza e con quella che si trova a centinaia di chilometri di distanza, istantaneamente.

Proprio per l’enorme importanza che ha il mercato digitale, la Commissione europea intende creare un mercato unico digitale, dove i cittadini e le imprese possano accedere a beni e servizi online. Questo semplificherà anche le norme a tutela dei consumatori per gli acquisti online, in materia di protezione dei dati, diritto d’autore e telecomunicazioni per l’era digitale.

Da qui il progetto gestito da Digconsum, il cui principale obiettivo è sviluppare le competenze digitali per garantire che tutti i cittadini siano inseriti nella società digitale e siano attivi. Pertanto, si vogliono attivare corsi formativi rivolti ai consumatori. I principali obiettivi del programma sono: promuovere l’innovazione e l’imprenditorialità nel settore del turismo, facilitare l’apprendimento basato sul lavoro e la relazione tra professionisti, aumentare le competenze delle risorse umane e facilitare il loro sviluppo professionale.

Tra i partner del progetto, è presente anche l’Unione nazionale consumatori Umbria che sta gestendo il nuovo progetto Erasmus. Grazie alla creazione del mercato unico digitale si potrà anche combattere il fenomeno dell’esclusione digitale, che coinvolge in particolar modo gli anziani, i migranti, i giovani meno istruiti e le famiglie a basso reddito.

Tutto questo rappresenterebbe un grande passo avanti poiché, come già accennato, l’uso (consapevole) della tecnologia è fondamentale per una partecipazione attiva all’interno della società odierna.

About Sara Autorità

Check Also

Etica per un nuovo mondo

Quanto sta accadendo intorno a noi ci impone una riflessione sul tema dell’etica, una riflessione …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi