Home / Cultura / I soldati ebrei italiani e le leggi razziali

I soldati ebrei italiani e le leggi razziali

Mercoledì 29 gennaio alle ore 17.30, nella Sala della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice, verranno presentati, in occasione della giornata della memoria, due volumi di Giovanni Cecini: Ebrei non più italiani e fascisti. Decorati, discriminati, perseguitati, vol. II (Nuova Cultura, Roma 2019) e Le leggi razziali e il valore militare. Antologia di testi e documenti, vol. III (Nuova Cultura, Roma 2019). I volumi sono realizzati nell’ambito del progetto “Le leggi razziali e il valore militare (1938-2018)”, in occasione dell’ottantesimo anniversario dall’emanazione delle leggi razziali. Il progetto riguarda gli ebrei italiani durante il periodo del fascismo e della Repubblica Sociale Italiana (o Repubblica di Salò), con particolare riferimento ai soldati italiani ebrei e al valore militare. Inoltre, il suddetto progetto è stato approvato e in parte finanziato dal Ministero della Difesa.

Il secondo volume

Parte dalla seguente questione: «perché dal 1848 gli ebrei della Penisola iniziarono a voler combattere per la costituenda Italia e dal 1938 non poterono più farlo?». Da qui, l’autore analizza le vicissitudini che hanno portato alla discriminazione razziale dei militari italiani.

Il terzo volume

Qui l’autore si focalizza sulla questione dei militari dichiarati di “razza ebraica” che persero la propria professione e la propria dignità di combattenti.

L’autore

Giovanni Cecini è laureato in Scienze Politiche e Storia contemporanea. Collaboratore dello Stato Maggiore dell’Esercito, di quello della Difesa, del Museo storico della Guardia di Finanza, dell’Enciclopedia Treccani, dell’Istituto del Nastro Azzurro e di Rai Storia, è studioso di storia militare, politica e diplomatica. È stato cultore della materia in Storia delle istituzioni militari, in Diritto dell’Unione Europea e in Diritto internazionale alla Sapienza di Roma. È docente al Master di 1° livello in “Storia militare contemporanea 1796-1960” nella Unicusano di Roma. È autore di oltre cinquanta tra saggi, articoli e recensioni per importanti riviste di ambito storico e ha pubblicato dodici monografie.

Gli interventi

Oltre all’autore, interverranno: Virgilio Ilari, presidente della Società Italiana di Storia Militare, Giancarlo Ramaccia, vicedirettore del Centro Studi sul Valore Militare, Andrea Ungari, consigliere di amministrazione della Fondazione e ordinario di Storia contemporanea nell’Università Guglielmo Marconi di Roma, e Gianni Scipione Rossi, vicepresidente della Fondazione e direttore del Centro Italiano di Studi Superiori per la formazione e l’aggiornamento in giornalismo radiotelevisivo.

About Sara Autorità

Check Also

Privacy, tra consapevolezza e opportunità per orientarsi nell’evoluzione dei fenomeni

Il 22 ottobre 2020 dalle 15:00 alle 17:00 si terrà l’evento “Privacy: orientarsi nella evoluzione …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi