Home / Cultura / Leonardo in Umbria? Tra ipotesi e resistenze il disegno “incriminato” sarà in mostra a Perugia

Leonardo in Umbria? Tra ipotesi e resistenze il disegno “incriminato” sarà in mostra a Perugia

Indizi univoci, certi e convergenti pongono Leonardo da Vinci in Umbria nel 1473, quando a ventuno anni è al seguito di papa Sisto IV. è in quell’occasione che avrebbe disegnato la cascata delle Marmore, il borgo fortificato di Papigno e Colleluna. Altri elementi del paesaggio umbro e reatino si troverebbero in altre opere di Leonardo.

è questa l’ipotesi di Luca Tomìo dopo l’analisi di un disegno di Leonardo che nel 2019, cinquecentenario della morte del genio rinascimentale, sarà a Perugia in mostra, è già tema di un volume a più mani (con il giornalista Marco Torricelli, edito da Morlacchi) che costituirà anche l’ossatura di un saggio scientifico edito sempre da Morlacchi.

Ipotesi che è stata anche al centro di una conviviale del Rotary Club Perugia, presidente Tiziana Biganti, nel corso della quale il critico e storico dell’arte ha esposto i dati che confermerebbero la rappresentazione della cascata nel disegno leonardesco: lo scasso artificiale che precede la caduta dell’acqua, la conformazione delle rocce che è tipica dell’appennino umbro-marchigiano e non toscano, la sovrapposizione di alcune rocce e speroni ben rappresentati nel disegno, la presenza del borgo fortificato identificabile con Papigno e la ricorrenza dilla conformazione rocciosa in altre opere di Leonardo.

Suggestive le comparazioni con altre opere a più mani uscite dalla bottega del Verrocchio e che hanno visto affiancarsi Perugino, Leonardo, Pinturicchio e Piermatteo d’Amelia. Non ultimi i suggerimenti dei luoghi francescani tra Terni e Rieti e le coeve raffigurazioni di alcuni pittori locali che riproducono il disegno leonardesco.

L’indagine non è conclusa e ha prodotto un acceso dibattito tra favorevoli e contrari, anche se l’ipotesi di Tomìo sembra avere più dati d’appoggio della semplice descrizione del paesaggio di Vinci in giovane età dell’artista (che all’epoca sappiamo già lontano dal paese natio). Il convegno che si sta organizzando, insieme con il saggio, potrà portare nuovi elementi per svelare il mistero.

Mistero che vede coinvolto anche un artista emergente, perugino, che ha in serbo una sorpresa per la città di Perugia (annunciata sempre nel corso della conviviale), cioè una mostra che si terrà dal 7 al 21 dicembre presso le Logge dei Lanari. Parliamo di Massimiliano “Mamo” Donnari e i suoi personaggi. Il collegamento? Dimenticavo: la copertina del libro su Leonardo in Umbria è un’opera di Mamo che ritrae la cascata e il genio toscano.

About Umberto Maiorca

Giornalista professionista, scrittore e sceneggiatore

Check Also

I film thriller più belli

Suspense, adrenalina, tensione, brivido e ansia sono le emozioni che prevalgono di fronte la visione …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi