Home / In evidenza / Quando l’amore virtuale diventa una truffa reale

Quando l’amore virtuale diventa una truffa reale

“Sto attraversando un periodo difficile”, “Non so come farei senza di te”, “Ormai tra noi c’è un rapporto speciale”, “Ti amo, non vedo l’ora di incontrarti”. Queste sono solo alcune delle frasi utilizzate sistematicamente dai truffatori online. Truffatori seriali, che si celano dietro un nome e una (bella) foto che appartengono a qualcun altro. Il tutto avviene tramite siti di incontri come Meetic o social network come Facebook o Instagram. Il fenomeno delle truffe “romantiche” online è, al giorno d’oggi, particolarmente diffuso e ad essere colpite sono soprattutto donne.

Donne sole, deluse da una storia d’amore finita, oppure vedove. Donne accomunate dall’esigenza di voler incontrare un altro uomo. E qui entrano in gioco i truffatori con le loro abilità da adulatori. La vittima, che non si è mai sentita così amata, arriva quindi a fare di tutto per la sua nuova fiamma, addirittura prestare ingenti somme di denaro che, si assicura, verranno restituite quanto prima.

Come agiscono i truffatori online

I truffatori sono accomunati dal modo in cui agiscono. È un copione che si ripete. In primis, studiano nel dettaglio la persona che, tuttavia, non è l’unica vittima. Sicuramente è la vittima principale in quanto subisce un danno sia economico che psicologico, ma non dobbiamo dimenticare nemmeno coloro cui viene rubata l’identità. Il mese scorso, l’attore Michelangelo Tommaso, conosciuto soprattutto per il suo ruolo nella soap opera “Un posto al sole”, ha dichiarato di essere stato contattato da alcune ragazze truffate da persone che avevano rubato la sua identità. Vediamo, pertanto, come queste situazioni possano mettere in difficoltà anche i veri titolari dell’identità, estranei alla vicenda. Tornando agli elementi caratterizzanti delle truffe “romantiche” online, i truffatori non sono disposti a fare videochiamate e la giustificazione tipica è: “Mi trovo in un luogo in cui c’è poco segnale”.

Oppure, qualora la videochiamata avvenga, cade subito la linea o non c’è audio poiché si tratta di video fake. Per quanto riguarda il furto d’identità, spesso si rubano foto e nomi di persone famose o di persone che si conoscono indirettamente. Le foto presenti sul falso profilo sono poche e spesso sono foto ritagliate, nelle quali non si vede l’intera figura. I truffatori inventano sempre una situazione difficile nella quale si trovano e, talvolta, fanno credere di trovarsi anche in luoghi della terra pericolosi e dai quali, pertanto, non si può video chiamare. Prima di arrivare a chiedere un aiuto economico, si accertano che l’altra persona si fidi completamente. A quel punto, trascorso qualche giorno, si chiedono soldi per far fronte alle proprie difficoltà (problemi familiari, problemi con le carte di credito etc.) e assicurando: “Si tratta solamente di un prestito. Appena risolverò questa situazione, ti restituirò tutto”. La vittima, impietosita e speranzosa d’incontrare la nuova fiamma – che potrà anche raggiungerla grazie al denaro prestato – finisce col cedere ingenti somme di denaro che, però, non verranno mai più restituite.

About Sara Autorità

Check Also

Progetto Argo, quando la detenzione in carcere si trasforma in opportunità

Giustizia e Investigazione questa volta si occupa dei detenuti che seguono i corsi di formazione …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi