Una serata per parlare di Ezra Pound, intellettuale, poeta, pubblicista, saggista, giornalista. Convintamente mussoliniano, innamorato dell’Italia. Pagò personalmente, con l’internamento in un manicomio per 13 anni, la sua adesione alla Repubblica Sociale Italiana.
Il volume di Fabrizio Vincenti “Qui Ezra Pound, pagine poundiane nella RSI” (Eclettica edizioni) ricostruisce il percorso artistico, politico e giornalistico, di Pound nei 600 giorni di Salò. Il volume sarà presentato oggi, nel corso di un incontro culturale presso la sede di CasaPound Perugia alle 18. Oltre all’autore Fabrizio Vincenti, per parlare del libro e della figura del poeta sarà presente lo scrittore Marco Nicoletti, il cui nonno è citato nel volume. Nicoletti fornirà l’accesso all’archivio di famiglia che permetterà a Vincenti di finire la seconda edizione.
Il volume di Vincenti si compone di un saggio dell’autore e raccoglie articoli, poesie, note, manifesti, opuscoli, traduzioni e saggi scritti da Ezra Pound nei giorni di Salò e tratti da “ll Lavoro”, “La Provincia Lavoratrice”, “Fiamma Repubblicana”, “Il Popolo di Alessandria”, “Marina Repubblicana”, “Il Secolo XIX” e “L’Idea Sociale”. Una produzione molto estesa, recuperata, solo in parte a guerra finita e per buona parte quasi sconosciuta. Una produzione incentrata, in massima parte, sull’ostinato “impegno rivolto al sogno di un mondo liberato dall’usura”.
Si rinnova, così, il breve legame tra il poeta statunitense e l’Umbria, dove fu ospite al Festival dei Due Mondi.

Pubblicato da Umberto Maiorca

Giornalista professionista, scrittore e sceneggiatore

Leave a reply