Home / News / Sabino Cassese in Senato e il “no” al prolungamento dello stato di emergenza

Sabino Cassese in Senato e il “no” al prolungamento dello stato di emergenza

Un invito a tornare alla normalità, seppur non abbassando le difese. È questo il pensiero manifestato da Cassese, intervenuto – assieme ad altri giuristi – in un convegno tenutosi in Senato lo scorso 27 luglio, per iniziativa del senatore Siri e dell’onorevole Sgarbi.

Il giurista non condivide affatto la decisione del Governo in merito al prolungamento dello stato di emergenza sanitaria. Decisione che ritiene illegittima e inopportuna. Da un lato, si adotterebbero provvedimenti amministrativi sproporzionati nel contenuto e mancherebbe anche il presupposto per adottare provvedimenti di questo tipo, in quanto non c’è alcuna ragione che possa indurre a prorogare lo stato di emergenza. Con questo, non si intende dire che non si debbano più adottare misure di sicurezza, ma è evidente che la situazione non è alquanto paragonabile a quella di qualche mese fa. Una decisione ritenuta, inoltre, inopportuna, poiché genera tensione, provocando anche (ulteriori) danni all’economia. Mentre all’inizio dell’emergenza sanitaria il paese (come del resto il mondo intero) era sprovvisto di tutto il necessario per poter gestire l’emergenza, ora la situazione è cambiata e si riesce a vivere in sicurezza. Cassese ha ribadito, tuttavia, l’importanza del rispetto di tutte le regole di profilassi adottate sinora.

Insomma, per arrivare a prendere una decisione di tale portata, non è sufficiente basarsi sulla previsione di una seconda ondata. Invece – come riportato da Cassese sul Corriere della Sera – “… occorre che vi sia una condizione attuale di emergenza”. Solo qualora si ripresentasse il (concreto) pericolo di una seconda ondata, il Governo dovrà provvedere.

About Sara Autorità

Check Also

Privacy, tra consapevolezza e opportunità per orientarsi nell’evoluzione dei fenomeni

Il 22 ottobre 2020 dalle 15:00 alle 17:00 si terrà l’evento “Privacy: orientarsi nella evoluzione …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi